Aspettativa per motivi di famiglia e di lavoro. Si può due volte nello stesso anno? Si possono avere due contratti in essere?

di redazione
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Aspettativa per motivi di famiglia e/o personali. Chiarimenti.

Anna  – Buongiorno. Sono una docente di ruolo di scuola dell’infanzia. A settembre di quest’anno ho usufruito di trentacinque giorni di aspettativa per motivi di famiglia senza retribuzione in quanto ho affrontato un trasloco da Lecce a Udine.  A fine gennaio però dovrò purtroppo effettuare un nuovo trasloco per problemi insorti nella casa in cui abitiamo. La mia domanda è questa: è possibile usufruire di un’altra aspettativa di circa quindici giorni, oppure non la si può richiedere nell’arco dello stesso anno scolastico? Aggiungo che ho già usufruito dei tre giorni di permesso retribuito e non vorrei consumare anche le ferie anticipate. Grazie molte per la gentile risposta che vorrete darmi. Cordiali saluti

Aspettativa per svolgere altro lavoro presso un’amministrazione pubblica

Maria  – Gentilissimi consulenti, sono un’insegnante a tempo indeterminato presso le scuole superiori che sta per ricevere una nuova proposta di assunzione come esperto informatico presso un’altra amministrazione pubblica, a seguito di un concorso vinto anni fa.  Sarei interessata ad accettare perchè questa esperienza mi arricchirebbe professionalmente, anche per riversare in futuro l’esperienza nella scuola. Non voglio lasciare la scuola al momento. Vorrei sapere se ci sono forme di compatibilità tra le due forme di assunzione, magari prendendo una forma di congedo a scuola o componendo assieme due part-time. In attesa di una risposta, vi faccio i migliori auguri di Buon Natale.

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione