Aspettativa per altro lavoro, assegno di ricerca e anno di prova. Consulenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Aspettativa per altro lavoro. Concessione e periodo di tempo

Mariabeatrice – Salve, il CCNL scuola all’art. 18 comma 3 prevede la possibilità per i docenti di chiedere un aspettativa per “realizzare l’esperienza di una diversa attività lavorativa” . Trovandomi in questa situazione vi chiederei un parere su due questioni:il CCNL, sempre all’art. 18, dice che l’aspettativa è “erogata dal dirigente scolastico”, quale è il grado di discrezionalità del dirigente?Il comma 3 individua il tempo dell’aspettativa per diversa attività in un anno scolastico. A vostro parere si può richiedere un’aspettativa che parta da gennaio 2018 e termini a gennaio 2019? Oppure per anno scolastico s’intende 1 settembre/31 agosto?

Assegno di ricerca e anno di prova

Francesca  – scrivo con molta preoccupazione per avere un’informazione. Sono stata immessa in ruolo lo scorso settembre, ma in questi anni ho sempre collaborato con l’università. Inaspettatamente mi è stato chiesto di provare a partecipare ad un concorso per assegno di ricerca biennale cui tengo moltissimo e che inizierebbe il 1° gennaio 2018 (il bando uscirà la settimana prossima! Sono molto preoccupata di perdere l’occasione). Nel caso vincessi il concorso, potrei chiedere l’aspettativa a scuola per il tempo dell’assegno e nonostante l’anno di prova iniziato? Vi sono infinitamente grata della vostra risposta, un saluto cordiale.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione