Asili nido, a Sud meno possibilità che al Centro-Nord. 2 bambini su 10 in tutto il territorio nazionale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I bambini del Nord hanno più possibilità rispetto a quelli del Sud di poter accedere ad un asilo nido. A dirlo l’Istat che ha analizzato la situazione sul territorio nazionale per l’anno 2013/14.

Secondo i dati messi a disposizione dall’Istituto di statistica, i posti disponibili in tutta Italia coprono solo il 22,4% dei potenziali fruitori. Si tratta di 360.314 posti complessivi.

C’è, però, una differenza sostanziale tra Nord e Sud Italia. Infatti, secondo i dati, al Centro-nord il 28,2% dei bambini sotto i 3 anni può accedere ad un asilo nido, nel Mezzogiorno l’11,5.

Inoltre, mentre al Centro-Nord il 17% dei bambini accede ad un servizio comunale, a Sud solo il 5%.

Pressoché invariata, fra il 2012 e il 2013, la cifra incassata dai Comuni per la compartecipazione alla spesa da parte delle famiglie che è pari a circa 310 milioni di euro. Nell’arco del decennio 2003-2013, la quota a carico delle famiglie aumenta dal 17,5% al 20% della spesa comunale complessiva per gli asili nido.

Lo studio

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione