Asdi: tutto quello che c’è da sapere, regole e requisiti

WhatsApp
Telegram

Nel 2015 la NASpI, per garantire un ulteriore sostegno al reddito dei disoccupati, potrà essere seguita dall’Asdi, l’assegno di disoccupazione.

Nel 2015 la NASpI, per garantire un ulteriore sostegno al reddito dei disoccupati, potrà essere seguita dall’Asdi, l’assegno di disoccupazione.

L’ammortizzatore sociale è previsto dalla delega sul Jobs Act ed è destinato all’entrate in vigore nei prossimi giorni. Tale sostegno, però, potrà essere fruito soltanto una volta terminata la fruizione dell’intera Naspi e sarà corrisposto per sei mesi.




Vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’ASDI, dai beneficiari alle regole, dai requisiti agli importi.

Beneficiari

Possono beneficiare dell’asdi i lavoratori in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver fruito della Naspi per l’intera durata
  • condizioni economiche di bisogno (Isee inferiore a 5000 euro)
  • adesione a un progetto del centro dell’impiego

requisiti nel primo anno di applicazione, 2015:

  • over 55 anni

oppure

  • presenza di figli minori a carico nel nucleo familiare

Importo

L’assegno dell’Asdi, corrisposto per 6 mesi, è pari al 75% dell’ultimo assegno Naspi ricevuto e mai superiore all’importo dell’assegno sociale pari a 448,5 euro. In caso di carichi familiari tale importo può essere superato. L’importo dell’assegno è incrementato dalla presenza di figli a carico che portano le seguenti maggiorazioni

  • 1 figlio a carico: 89,70euro
  • 2 figli a carico: 116,60 euro
  • 3 figli  carico: 140,80 euro
  • 4 figli a carico: 163,30 euro

L’Asdi è compatibile con lo svolgimento di un lavoro ma i limiti di cumulabilità saranno precisati nel decreto attuativo.

Guida completa Asdi

Guida completa NASpI

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff