Ascoli, va a scuola con febbre a 37,9: studentessa rimandata a casa

Stampa

Nonostante stesse male dalla sera prima, la studentessa si è recata a scuola per sostenere un esame integrativo. All’ingresso all’istituto le è stata misurata la temperatura e si è scoperto che la ragazza aveva la febbre. E’ successo in una scuola di Ascoli.

La studentessa è stata rimandata a casa, scrive Il resto del carlino.

La famiglia – dice il dirigente scolastico– ci aveva avvisati del fatto che il giorno prima la ragazza avesse vomitato, ma non delle febbre. Quando è arrivata a scuola per precauzione le è stata misurata la temperatura corporea ed è stato constatato che aveva 37,9° C. Immediatamente, come da protocollo, abbiamo chiamato i genitori che hanno mandato un loro conoscente a riprenderla. Il problema, da lunedì, sarà proprio questo perché di casi simili ne accadranno decine e decine. E sarà una situazione di non facile gestione“.

La misurazione della temperatura all’ingresso è stata effettuato soltanto perché la famiglia della giovane aveva avvisato la scuola, ma da domani, così come previsto dalle linee guida ministeriali, la temperatura dovrà essere misurata a casa prima di salire sullo scuolabus e comunque prima di entrare a scuola.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur