Ascani viceministro, Sasso (Lega): “Ritorna la buona scuola”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato On. Sasso (Lega) – “Nomine da brivido, ritorna la buona scuola del pd con la genuflessione del M5S.

La Ascani è il renzismo in persona, artefice della famigerata buona scuola, la legge 107 che tanto male ha fatto alla nostra scuola causando, tra l’altro, il trasferimento illegittimo di migliaia di insegnanti meridionali al Nord.
Mi chiedo con quale coraggio la collega Azzolina, oggi Sottosegretario, si siederà col vice ministro Ascani dopo averla combattuta per anni, e dopo aver chiesto agli insegnanti di votare M5S, proprio in funzione anti – Renzi e anti – buona scuola.

Sia la Azzolina che la Ascani sono colleghe certamente preparate, ma spaventa questa abbinata, perché una non ha assolutamente nessuna intenzione di risolvere il problema del precariato, con particolare riferimento ai 55000 precari non abilitati di terza fascia, l’altra è colei la quale ha partorito la legge 107 insieme a Matteo Renzi, con le conseguenze ben note a tutti i docenti.

A questo si aggiunga un Ministro dell’Istruzione come Fioramonti, che proviene dal mondo accademico e quindi poco rappresentativo delle problematiche della scuola.

Da ricordare poi il suo aulico auspicio di aumentare lo stipendio degli insegnanti, senza coperture economiche strutturali ma tassando merendine e bibite, oltre ai biglietti aerei (dimenticando però che molti precari ne fanno uso per tornare a casa il fine settimana).

Nomine da brivido, che lasciano assolutamente scoperto e non rappresentato l’esercito dei precari e che preannunciano una stagione negativa per la comunità scolastica tutta.

Alla Lega ed ai parlamentari della commissione Cultura, tra cui il sottoscritto, non resta che attuare una opposizione durissima nelle piazze, nelle scuole ed in Parlamento.

Gli insegnanti, dopo aver punito il PD, faranno lo stesso anche col M5S”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione