Ascani: “Per troppo tempo si è disinvestito sulla scuola, nel 2020 già impegnati 2 miliardi per edilizia scolastica”

Stampa

“Per tantissimi anni gli investimenti sull’edilizia scolastica del Paese sono stati totalmente bloccati, abbiamo un patrimonio di più di 40mila edifici scolastici che nel tempo hanno subito un logoramento che si paga anche con i crolli”.

“Un segnale che per troppo tempo si è disinvestito sulla scuola e non possiamo assolutamente permetterci che essa sia un luogo non sicuro. Per questo solo nel 2020 abbiamo impegnato 2 miliardi di euro senza contare i fondi dell’emergenza; per la Regione Lazio parliamo di più di 326 milioni, ma sappiamo che c’è ancora moltissimo lavoro da fare”.

Lo ha detto il viceministro dell’Istruzione, Anna Ascani, intervenendo al webinar organizzato dalla Regione Lazio in occasione della giornata nazionale dedicata alla sicurezza nelle scuole. Per Ascani “impegnare le risorse e vedere i cantieri ultimati non è proprio la stessa cosa, bisogna correre e alleggerire le procedure burocratiche. Per questo spero che con l’approvazione della legge di bilancio si potranno rinnovare i poteri commissariali a sindaci e presidenti di Provincia per la gestione dell’emergenza e che finora hanno funzionato, perché si è avuto un aumento notevolissimo della gestione della spesa dovuto alla capacità di spendere in maniera più rapida”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur