Ascani: didattica in presenza insostituibile, apertura prima possibile

Stampa

Vice ministra Anna Ascani: didattica a distanza, anche la migliore, non può sostituire quella in presenza.

La Vice Ministra, come affermato nel corso di una diretta Facebook, interviene sulla didattica a distanza e sulla riapertura delle scuole negli altri paesi europei.

La Ascani evidenzia che la didattica a distanza, anche quella migliore, non può sostituire quella in presenza. Si dice, inoltre, d’accordo sul fatto che le scuole vadano riaperte il prima possibile.

La sua affermazione si riferisce anche alle riapertura delle scuole in altri Paesi europei nei quali, afferma la stessa Vice Ministra, non sono state poste in essere misure innovative riguardo alla sicurezza degli studenti:

Ho studiato i documenti varati nei Paesi esteri che hanno fatto ripartire o vogliono far ripartire la scuola. In quei documenti non ci sono misure davvero innovative che sono state assunte rispetto alla difficoltà di tenere chiuse in una stanza tante persone. Si dice che se compaiono i sintomi gli studenti vengono mandati a casa. Ma se compaiono i sintomi spesso è tardi”.

La Ascani infine afferma che in Francia, come già riferito dalla nostra redazione, la scuola riaprirà dall’11 maggio, ma al momento non c’è niente di concreto, per ora però è solo un annuncio, io mi auguro ci si riesca perché se quel modello viene individuato possiamo replicarlo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur