Articolo 26 al Fonags in audizione con la Task Force per la ripartenza della scuola

Stampa

Comunicato Articolo 26 – All’audizione erano presenti il Coordinatore della Task Force e altri componenti, che hanno ascoltato le nostre proposte e ai quali abbiamo ribadito, tra le altre istanze, che un incontro del Fonags con il Ministro Lucia Azzolina è ormai irrimandabile.

A valle dell’incontro del Fonags con la Task Force istituita per lavorare sulla ripartenza della Scuola dopo l’emergenza Covid-19, come Articolo 26 vogliamo sottolineare che purtroppo abbiamo appreso solamente in audizione dal Coordinatore Bianchi che il governo prevede il rientro a scuola da settembre.

Riteniamo molto grave che questa decisione non sia stata oggetto di concertazione e che non siano stati anticipati alle associazioni gli elementi a supporto di una scelta così decisiva per il paese e le famiglie, mentre altri Stati europei stanno procedendo anche con soluzioni di rientro in sicurezza graduale o facoltativo. Articolo 26 aveva avanzato proposte di rientro in linea con modalità di sperimentazione simili, caratterizzate da flessibilità e autonomia scolastica e fondate su studi scientifici.

Tutto questo mette in evidenza ancora una volta il cortocircuito in cui ci troviamo e che vede il Governo delegare tecnici per prendere decisioni che impattano sulle famiglie, ma senza consultare preventivamente le famiglie stesse. Per questo abbiamo nuovamente chiesto che i genitori siano coinvolti direttamente nella Task Force e non solo ascoltati una tantum.

Inoltre, abbiamo chiesto ufficialmente che il Fonags sia al più presto ricevuto anche dal Ministro per portare la voce dei genitori direttamente alla politica, avendo modo di evidenziare tutte le difficoltà sociali e psicologiche, già emerse nel confronto di ieri, che la didattica a distanza prolungata sta comportando per bambini, ragazzi, genitori e docenti.

Apprezziamo la disponibilità all’ascolto del Dott. Bianchi che, nel ringraziare tutte le famiglie italiane per quanto hanno fatto e faranno, ha sostenuto la richiesta di Articolo 26 per un coinvolgimento effettivo ed efficace dei genitori e dei i loro rappresentati nelle scuole, sulle decisioni che nei prossimi mesi impatteranno la loro vita quotidiana, rafforzando l’autonomia delle scuole che rappresenta lo strumento fondamentale per una ripresa che si basi realmente sull’alleanza tra la scuola e la famiglia.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur