Arte contemporanea contro bullismo e vandalismo. Ragazzi riqualificano loro territorio

WhatsApp
Telegram

Alcuni ragazzi friulani hanno dato vita a un progetto di riqualificazione di alcune aree soggette a degrado presentando con le opere realizzate nel laboratorio creativo “Paesaggi a Presa Rapida”. 

L’arte contemporanea è lo strumento espressivo con cui si vuole mandare un messaggio chiaro di contrasto al bullismo e agli atti di vandalismo.

L’esposizione provvisoria inizierà a partire da lunedì alle ore 20 e sarà corredata dalle spiegazioni dei giovani autori. Secondo il programma, è prevista una passeggiata dalla via Udine, sottostante il cavalcavia ferroviario, per proseguire sotto al cavalcavia di via Gorizia fino ad arrivare  al giardino esterno della biblioteca di Cevignano nel Friuli.

L’iniziativa, come scrive anche il Messaggero Veneto, è stata realizzata con contributo della Regione con il finanziamento sicurezza 2018 area II ed è stata organizzata dal Comune di Cervignano. Il laboratorio ha coinvolto anche i comuni di Aiello, Aquileia, Campolongo Tapogliano, Fiumicello Villa Vicentina, Ruda e Terzo d’Aquileia.

In questo Open Day – hanno detto gli organizzatori – vogliamo mostrare ai cittadini i risultati artistici di metà percorso prima della pausa estiva visto che il laboratorio riprenderà tra settembre e ottobre. Nonostante siamo alla prima edizione abbiamo avuto un numero d’iscrizioni superiore alle aspettative, grazie alla collaborazione offerta dagli istituti comprensivi di Cervignano e Destra Torre. Durante il mese trascorso, con grande soddisfazione degli educatori, i ragazzi hanno dimostrato notevole interesse per i laboratori e hanno partecipato assiduamente assentandosi esclusivamente per seguire i genitori in vacanza e, anche in questo caso, si sono mantenuti in contatto utilizzando le nuove tecnologie. Sui social network è stato anche creato l’evento “Open Day: Paesaggi a Presa Rapida” , che tutti possono consultare per vedere come procedono i lavori e capire il senso di quello che i ragazzi stanno creando“.

L’assessore alle politiche giovanili, Alessia Zambon, ha aggiunto: “L’auspicio è che il progetto possa accogliere sempre più ragazzi che vogliono sperimentare la propria creatività coltivando una vita urbana armoniosa. L’assidua partecipazione e l’interesse dimostrato dai ragazzi coinvolti nel progetto dimostrano quanto sia importante utilizzare in modo positivo l’energia che tutti i ragazzi adolescenti hanno trasformandola in “fuoco creativo”. Grazie all’abilità dei ragazzi e alla passione degli educatori che li hanno guidati alcuni luoghi della città acquisteranno nuova luce“.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso