Arriva la figura dell’umanista digitale in ambito scolastico: ecco il nuovo corso di laurea magistrale

WhatsApp
Telegram

La scuola sempre più votata all’innovazione digitale. Serve con urgenza una nuova figura professionale per la smart school ed ecco che arriva l’offerta formativa di un’università del Sud.

Venerdì 8 luglio il ministro dell’Istruzine, Patrizio Bianchi, sarà presente all’inaugurazione del nuovo corso di laurea magistrale in Digital humanities per le materie letterarie e i beni culturali istituito presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Articolato in due distinti curricula – Beni culturali e Materie letterarie – il percorso accademico del nuovo corso di laurea magistrale in Digital Humanities è finalizzato alla formazione di laureati in discipline umanistiche studiate e valorizzate con l’aiuto delle ICT – Information and Communication Technologies e permetterà l’acquisizione di saperi e competenze di grande innovazione: dal data mining ai 3D renderings, fino alle tecniche di Historical GIS, solo per fare alcuni esempi.

Queste le parole del docente Edoardo D’Angelo, Coordinatore della Magistrale in Archeologia e Storia dell’Arte: “La novità principale riguarda il fatto che non si tratta più di una laurea interclasse, ma di classe unica, dove è centrale l’informatica umanistica, cioè le discipline umanistiche studiate attraverso l’informatica, non a caso il piano di studi prevede 30 crediti formativi obbligatori di ingegneria/informatica. Senza questa, ormai non si può fare più nulla, c’era quindi la necessità impellente di arricchire il percorso precedente che, sottolineo, non muore, ma fa un passo in avanti”.

E ancora: “Ci sono saranno due curricula. Sul primo, gli studenti saranno chiamati scegliere per ogni singolo esame se orientarsi maggiormente sull’archeologia o sulla storia dell’arte; il secondo invece è del tutto nuovo e ricco di insegnamenti letterari, linguistici, filologici. Qui, il vero vantaggio sta nel fatto che consente di accedere direttamente ai concorsi per insegnare. Basti pensare che con il precedente Corso di Laurea, che purtroppo non garantiva grossi sbocchi, i nostri studenti erano costretti ad integrare ben 40, 50 crediti extra una volta terminato il percorso universitario. Ora, è garantito l’accesso a classi di concorso sia delle medie che delle superiori”.

“Riaddestrare gli insegnanti al digitale”. Scoppia la polemica dopo le parole del Ministro Bianchi

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur