Arriva in aula del Senato la divisione del Miur in Mi e Mur

Lo spacchettamento del Miur in ministero dell’Istruzione (Mi) e ministero dell’Università e della Ricerca (Mur) compirà un ulteriore passo avanti dal punto di vista legislativo martedì prossimo. 

Il 25 febbraio, l’aula del Senato dovrà esaminare il disegno di legge 1664 che prevede la conversione in legge del decreto-legge 9 gennaio 2020, n. 1, cioè il testo che aveva predisposto la suddivisione del ministero di viale Trastevere.

Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti illustrate da lui stesso, il presidente della Repubblica, su indicazione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, aveva provveduto a nominare nuovi vertici: Lucia Azzolina all’Istruzione e Gaetano Manfredi all’Università e Ricerca.

La doppia nomina ha comportato una suddivisione anche di una parte della struttura tecnica ministeriale che infatti sta avvenendo con i lavori parlamentari. La conversione del decreto legge è stata assegnata dal 10 gennaio 2020 alla 7° commissione permanente Istruzione pubblica, Beni culturali. La conversione in legge dovrà avvenire entro il 9 marzo 2020.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!