Arrestata una maestra di scuola dell’infanzia: accusata di botte e minacce ai suoi alunni

Stampa

Atti di violenza psicologica e fisica “reiterati”. Questa l’accusa rivolta a una maestra originaria della provincia di Agrigento, insegnante presso una scuola dell’infanzia in provincia di Palermo, che è finita agli arresti domiciliari.

Il provvedimento, riporta la Dire, emesso dal gip di termini Imerese su richiesta della procura termitana, è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Misilmeri.

L’indagine, denominata ‘Escape room’, è stata avviata dai militari dopo la denuncia di una madre che si era accorta di alcuni cambiamenti caratteriali della figlia, indicativi di un malessere legato alla frequentazione scolastica.

La maestra avrebbe sottoposto i piccoli alunni, di età inferiore ai quattro anni, a urla, minacce e percosse. Una condotta “abituale” che ha spinto il gip a disporre gli arresti domiciliari per la donna.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur