Arezzo, in un liceo artistico scatta il divieto di fumo per insegnanti e studenti anche all’aperto

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

Anche se la legge (Sirchia) che vieta il fumo nei locali pubblici e nei posti di lavoro è entrata in vigore il 1 gennaio 2005, una scuola di Arezzo ha deciso di andare oltre il provvedimento con un rituale condiviso fra professori e studenti fumatori.

Il 20 maggio gli avventori del liceo Artistico depositeranno il pacchetto dentro un cestino all’ingresso della scuola, perché il divieto di fumo sarà – per loro scelta responsabile – esteso anche nei luoghi all’aperto, come il cortile, dove la legge Sirchia si è invece arresa.

L’atto dimostrativo, in termini positivi, sarà di preludio a quello del primo settembre, data in cui verrà adottata questa nuova consuetudine a tutto vantaggio della salute.

Il preside Luciano Tagliaferri ha detto a Repubblica. it:  “E’ una mossa che abbiamo discusso, analizzato e fatto insieme. Tra gli altri ho raccolto l’adesione entusiastica del direttore della Usl Enrico Desideri”.

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione