Arezzo, due casi positivi: chiusa scuola in attesa di verifiche

Stampa

Due casi positivi tra il personale dell’istituto comprensivo Bernardo Dovizi Bibbiena (Arezzo): la dirigente, in accordo con il Comune ha predisposto la chiusura della scuola in attesa “di verifiche ulteriori e più precise”.

E’ quanto rende noto la stessa amministrazione comunale il cui sindaco Filippo Bagnoli commenta: “E’ stata da subito attivata tra Comune, dirigenza scolastica, Asl e carabinieri la macchina per la ricostruzione dei contatti stretti. Prima di 36 ore non potremo prendere decisioni in nessuna direzione. Ci saranno ovviamente delle quarantene e tutte le decisioni sulla scuola e la sua riapertura verranno prese nelle prossime ore ma non prima di venerdì“.

L’obiettivo – prosegue il sindaco – è quello di garantire l’apertura, ma ad ora non siamo in grado di dire come e soprattutto di prendere provvedimenti definitivi su questo, proprio perché mancano gli elementi per farlo. La scuola al momento è chiusa per garantire le indagini del caso. Purtroppo dobbiamo convivere con questo virus ancora per molto, è in mezzo a noi e dobbiamo agire giorno per giorno. Ecco perché è importante rispettare le regole, ovvero mascherina, distanze di sicurezza e igiene personale. Chiedo ai miei cittadini massima collaborazione e vicinanza. Dobbiamo essere uniti, dobbiamo rispettare le regole e rispettarci“.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!