Area unica sostegno. Per precari favorevoli unificazione aree “non ci sono difficoltà tecniche”. PdL presenta emendamento Dl Istruzione

WhatsApp
Telegram

red – I docenti precari uniti nel gruppo FaceBook "Area unica sostegno scuola superiore" inviano una lettera in risposta all’intervento del Ministero dell’istruzione riportato dal nostro portale.

red – I docenti precari uniti nel gruppo FaceBook "Area unica sostegno scuola superiore" inviano una lettera in risposta all’intervento del Ministero dell’istruzione riportato dal nostro portale.

Il "No" del Ministro a modifiche dello status quo delle graduatorie ad esaurimento circa una possibile unificazione delle quattro aree del sostegno relative alla scuola secondaria di secondo grado, ha messo in moto i sostenitori della loro unificazione.

Il Ministro, durante una interrogazione parlamentare presentata dall’On Centemero, ha evidenziato alcune difficoltà nella procedere in questa direzione, che comporterebbero, soprattutto a causa della diversità dei punteggi dei docenti, a "disfunzioni e inevitabili contenziosi".

Questo, almeno, il punto di vista del Ministro. Ma i docenti precari di sostegno favorevoli all’unificazione non sono d’accordo e affermano che in realtà non ci sono difficoltà tecniche per procedere e ne chiedono l’attuazione in occasione dell’imminente aggiornamento delle graduatorie, accogliendo un emendamento al Decreto Istruzione presentato dalla responsabile scuola del PdL.

"La divisione del sostegno nelle scuole superiori in 4 aree disciplinari – affermano i docenti del grupo FaceBook – è anzitutto frutto di una errata interpretazione dell’art. 13 co. 5 della legge 104/92, tant’è vero che nella scuola media esista da sempre un’unica area".

Denunciano, inoltre, che spesso le scuole non rispettano tale divisione e il docente è spesso chiamato a svolgere il suo compito seguendo gli alunni in tutte le discipline.

Ma ciò che più preme a questo docenti, è legato all’imminenza delle prossime immissioni in ruolo contenute nel DL 104

Infatti, secondo quanto scrivono nella lettera inviata ai parlamentari, "mantenendo la divisione in aree si perpetuerebbe un sistema assolutamente ingiusto in quanto tutti i docenti di sostegno iscritti nelle Graduatorie ad esaurimento hanno seguito lo stesso corso, hanno quindi lo stesso titolo di specializzazione e svolgono lo stesso lavoro, ma sono incanalati in 4 percorsi di reclutamento diversi e assolutamente squilibrati tra loro (per esempio nell’Area tecnica AD03 infatti confluiscono i docenti di ben 133 discipline diverse, mentre nell’area motoria AD04 confluiscono i docenti di una sola disciplina!)."

Un sistema che, secondo questi docenti, non garantisce equità, ma che, secondo il Ministro, è immodificabile perché si creerebbero alterazioni degli equilibri raggiunti in questi anni e che porterebbero a contenziosi.

Insomma, la palla passa al Parlamento che dovrà esaminare l’emendamento presentato dall’On Centemero.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur