Ritorno in classe, Arcuri: è impensabile che nessuno si contagi a scuola

Stampa

“Non si può certo immaginare che fino a giugno non ci sarà neanche uno che si contagia a scuola”. Lo ha detto il commissario all’emergenza sanitaria Domenico Arcuri, a proposito della riapertura della scuola.

“Non si può certo immaginare che fino a giugno non ci sarà neanche uno che si contagia a scuola”. Lo ha detto il commissario all’emergenza sanitaria Domenico Arcuri, a proposito della riapertura della scuola.

“Noi abbiamo il dovere – ha detto – di riaprire la scuola col massimo livello di sicurezza possibile, ma qualche ragazzo contagiato ci sarà, basti pensare ai numeri di questi giorni e all’età media dei contagiati. Non è la fine del mondo, bisogna rintracciarlo subito ed evitare la moltiplicazione del contagio”.

Se c’è un contagiato in una classe, ha proseguito “la classe, e non l’intera scuola, va in quarantena, fa il tampone, due settimane di didattica a distanza, poi torna a scuola”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur