Aprea (Forza Italia): “La chiusura dell’Università in Campania è grave e incostituzionale, Mattarella intervenga”

Stampa

“I dati del contagio richiedono certamente nuove misure di prevenzione e diverse modalità di vita in comune. E se le scuole e le università hanno introdotto procedure di sicurezza anche molto severe, ma i mezzi di trasporto che usano i giovani per raggiungere le stesse sono sempre affollati, è chiaro che diventa  quasi impossibile proteggere gli studenti dal contagio”.

Lo afferma in una nota Valentina Aprea,  deputata di Forza Italia e responsabile del Dipartimento Istruzione
del movimento azzurro.

Dunque, “il problema c’è e vale più in generale anche per tutti gli altri momenti in cui i ragazzi si incontrano senza controlli pubblici. La soluzione ai rischi cui vengono esposti i nostri giovani non può essere comunque la chiusura delle scuole e dell’università senza un piano preventivo di spostamenti sicuri”. 

“Forza Italia denuncia inoltre che in particolare la chiusura delle università è un atto grave e incostituzionale. Per la prima volta, nella vita repubblicana, infatti, viene minacciata l’autonomia  universitaria prevista dall’articolo 33 della Costituzione. Chiediamo  al Presidente della Repubblica Mattarella e al Ministro  dell’Università Manfredi di intervenire poiché, senza un preventivo  accordo con i rettori e i senati accademici della Campania, la  chiusura delle università crea un pericoloso vulnus. Peraltro è  singolare la decisione di prevedere la frequenza in presenza ai corsi  solo per le matricole, ragazzi più giovani e inesperti e più spesso  privi di mezzi autonomi di trasporto, che saranno esposti a rischi maggiori dei loro compagni degli ultimi anni di corso”, aggiunge.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia