Approvazione PEI entro ottobre: scadenza non perentoria, in casi particolari e motivati si può derogare

WhatsApp
Telegram

Entro il 31 ottobre il Piano educativo individuale, PEI, deve essere approvato. La scadenza è fissata dal Dlgs 66/2017. Si tratta però di nuova scadenza non perentoria e in casi particolari e motivati si può quindi derogare. Recentemente sono state aperte le funzioni per la compilazione del PEI su piattaforma informatica.

Il PEI – spiega il Ministero in una FAQ- va approvato “di norma” entro ottobre (decreto art. 7 comma 2 lettera g) e questo significa che è una regola che ammette eccezioni, ma devono rimanere tali. Soprattutto, occorre da subito applicare le misure adatte a una migliore inclusione, che gli insegnanti possono comunque adottare nella loro autonomia didattica. Personalizzazione e individualizzazione, infatti, sono strategie che fanno parte del “fare scuola” per tutti gli alunni.

Con il  Dm n. 153 del 1 agosto 2023 sono stati disposti i nuovi modelli

A1_PEI_INFANZIA

A2_PEI_PRIMARIA

A3_PEI_SEC_1_GRADO

A4_PEI_SEC_2_GRADO

Le scuole statali possono compilare il PEI su piattaforma informatica nella Partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti (ANS) accedendo all’area SIDI – Gestione Alunni con Disabilità – Gestione Fascicolo – Certificazioni – Registrazione PEI.

E’ comunque sempre possibile caricare il PEI in formato pdf, privo di tutti i dati identificativi dell’alunno, selezionando la voce Certificazioni posta all’interno del menu di Gestione Fascicolo.

Guida alla compilazione del PEI 2023/2024, con approfondimenti e nuovi esempi pratici

WhatsApp
Telegram

Aggiornamento terza fascia ATA 2024: avanza in graduatoria con i corsi di dattilografia e ICDL IT Security di Mnemosine