Approvate linee guida sull’attività fisica da conferenza Stato-Regioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono state approvate le Linee guida sull’attività fisica per le diverse fasce d’età e gruppi di popolazione (dalle donne in gravidanza ai bambini, dai trapiantati ai malati cronici), dalla Conferenza stato-regioni e pubblicate sul sito del ministero della Salute.

Il documento prevede l’azione congiunta di famiglia, scuola, medici di famiglia e associazioni per aumentare del 30% il numero di adulti fisicamente attivi.

I livelli di attività fisica raccomandati sono raggiungibili anche svolgendo le normali occupazioni della vita quotidiana in base all’età: per i più giovani con giochi di movimento, sport, svago, educazione motoria scolastica, spostamenti a piedi e in bicicletta.

In particolare, le linee guida raccomandano già dalla gravidanza e a tutta la famiglia di adottare uno stile di vita attivo. Tra i 5 e 17 anni bambini e adolescenti dovrebbero praticare almeno 60 minuti di attività fisica giornaliera ed esercizi di rafforzamento muscolo-scheletrico 3 volte a settimana, sia con il gioco che con lo sport.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione