Appello per l’educazione sessuale nelle scuole. Il 1° dicembre di ogni anno giornata di informazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Coordinamento nazionale ‘Laicità Scuola Salute’ composto da Agedo, Coordinamento genitori democratici, Educare alle differenze, Famiglie Arcobaleno, Rete Genitori Rainbow, Gaycs, Gaynet lancia un appello a forze politiche, affinchè la scuola affronti “l’emergenza sanitaria e affettiva della sessualità tra le giovani generazioni”.

Nel corso di una conferenza stampa il Coordinamento ha esposto alcuni dati, come l’aumento delle malattie a trasmissione sessuale, nonché l’aumento dei casi di bullismo.

“Tutto questo è un’emergenza – sottolinea il Coordinamento -. In Italia, a differenza dei Paesi dell’ Europa occidentale non è previsto alcun programma curriculare di educazione alla sessualità e alle differenze”.

Nell’appello si chiede di includere negli obiettivi formativi dell’insegnamento curriculare ‘l’educazione sessuale olistica’ in base alle linee guida dell’Oms, sostenuta anche da un fondo apposito; di prevedere la formazione del corpo docente “a una didattica inclusiva, aperta al multiculturalismo e priva distereotipi di genere”; una campagna di sensibilizzazione sull’uso del profilattico, e fare del 1 dicembre (World Aids Day) una giornata di informazione e prevenzione nelle scuole.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione