Un appello ai musicisti: scrivete canzoni contro il bullismo!

Di
Stampa

“Hurts” di Mika e “Guerriero” di Marco Mengoni sono due ottimi esempi, ora tocca a J-Ax, Fedez, Negramaro, Alessandra e Emma.

“Hurts” di Mika e “Guerriero” di Marco Mengoni sono due ottimi esempi, ora tocca a J-Ax, Fedez, Negramaro, Alessandra e Emma.

Le studentesse e gli studenti del la classe 3°B dell'Istituto “Galilei – Costa” di Lecce, coordinati dalla loro docente di inglese Elisabetta D'Errico , rilanciano “ SBAM! – Stop Bullying Adopt Music ”, il progetto che intende battersi contro il bullismo ed il cyberbullismo a suon di musica e che dà forza e sostegno a quello dei “cugini” della classe 1°A, ossia MABASTA , il Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolscenti.

Questa volta i giovani ideatori di SBAM lanciano un appello a tutti i musicisti , soprattutto a quelli che hanno più appeal sui giovani, e chiedono loro di comporre sempre più canzoni con testi che affrontino il grave problema del bullismo e del cyberbullismo giovanile, magari incitando e incoraggiando le vittime a parlare, i bulli a smettere e gli “spettatori” ad intervenire .L'appello dei ragazzi : «Scrivete sempre più brani che trattano di questo delicato e importante tema, fate sentire la vostra potente voce attraverso la musica, il canale che ha più presa su noi giovani. I brani “ Hurts ” di Mika (scelto anche come colonna sonora del film “Un bacio” di Ivan Cotroneo) e “ Guerriero ” di Marco Mengoni (utilizzato come bandiera contro il bullismo nel famoso monologo di Paola Cortellesi) sono due grandi e splendidi esempi. Il nostro sogno è che in Italia anche altri miti come J-Ax, Fedez e Emis Killa , o Ligabue, Vasco e Tiziano Ferro , o ancora i nostri conterranei, Negramaro, Sud Sound System, Alessandra e Emma , possano decidere di sostenere la causa e dire anche loro “MaBasta” con la loro musica, con i loro testi e cono i loro videoclip. Dovrebbero incoraggiare le vittime a non sopportare in silenzio e, invece, a parlare, dovrebbero dire chiaro in faccia alle bulle e ai bulli che hanno seriamente bisogno di aiuto e che sono loro i veri sfigati e, infine, dovrebbero convincere gli “spettatori” a smettere questo ruolo e ad impegnarsi a bloccare ogni fenomeno sul nascere.»

Continuano : «Sia per Mika che per Mengoni abbiamo creato e pubblicato quelle che noi chiamiamo le “ Sbammate ”, ossia immagini come poster con citazioni tratte dalle canzoni che suonano come delle sberle contro il bullismo. Queste le facciamo girare sui social (come Facebook, Twitter e Instagram), cercando così di arrivare subito a tutti i milioni di fan che seguono con passione i loro idoli. Lo stesso faremo con tutti gli altri brani, già scritti e ancora da scrivere, e daremo tutto il nostro possibile e personale aiuto nella conoscenza e diffusione del brano stesso e del videoclip che l'accompagna.»

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur