Apidge: comunicare la Costituzione, seminario 6 ottobre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

APIDGE – L’Educazione Civica, la disciplina incompiuta tra le materie di insegnamento delle scuole italiane “Ricomincia da Santa Severa”, splendida località sulla costa tirrenica a 50 km da Roma, ricca di storia e di cultura, nel cui secolare Castello ha avuto luogo il primo convegno sul tema “A lezione di Costituzione” promosso dall’Associazione Professionale dei Docenti di Scienze Giuridiche ed Economiche (APIDGE) nel corso delle manifestazioni promosse dall’International Tour Film Fest in occasione del 70° anniversario della Carta Costituzionale.

Constatato come il 68% degli studenti italiani abbia riconosciuto nei recenti sondaggi di non conoscere il ruolo delle Istituzioni politiche in Italia e in Europa sia perché non è stato oggetto di insegnamento e comunque perché non è mai stato mai oggetto di uno specifico voto, si comprendono meglio gli sforzi di quanti intendono ridefinire, anche a livello legislativo, tutta la materia.
Intanto, più di 6.000 docenti di Scienze giuridiche ed economiche dei 18.000 presenti nei ruoli dell’Amministrazione non vengono utilizzati in attività di insegnamento, ma utilizzati dalle scuole come organico di potenziamento prevalentemente per supplenze o per attività di sostegno e non si comprende quale sia la ragione in base alla quale i Responsabili scolastici non si avvalgano, almeno nella logica del potenziamento dell’autonomia delle scuole, di una così ricca risorsa professionale per sopperire all’analfabetismo giuridico così certificato.

Da anni ormai, in omaggio alle spinte innovative che mirano alla trasversalità degli insegnamenti, la disciplina Cittadinanza e Costituzione è stata individuata nei due ultimi riordini ordinamentali, come “la disciplina di tutti gli insegnamenti”, avulsa dal nozionismo e dalle didattiche costrittive, aperta al contributo di tanti soggetti esterni al mondo della scuola e soprattutto priva di valutazioni oggettive sull’apprendimento.
E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. I giovani in generale lamentano di non possedere riferimenti forti riferiti ai modelli, ai principi, ai segni e ai comportamenti che hanno faticosamente condiviso i Padri e le Madri Costituenti: come ha affermato il presidente dell’Apidge, Ezio Sina, più della metà degli studenti non riceve pertanto “l’adeguata istruzione” che la Costituzione pretende che “venga garantita a tutti”..
Tutti i presenti hanno condiviso la proposta di Apidge secondo cui lo studio della Costituzione deve tornare ad essere contenuto obbligatorio in una singola disciplina obbligatoria, si chiami essa Educazione Civica o Cittadinanza e Costituzione, destinata a completare la formazione del cittadino attivo e responsabile, nella consapevolezza dei propri diritti e dei doveri in nome del bene comune.
Questi i contenuti emersi nel corso della Tavola rotonda coordinata di Giuseppe Adernò, direttore di del consorzio scolastico AetnaNet, con Marietta Tidei, Consigliere della Regione Lazio, Stefania Nardangeli, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Santa Marinella e Paolo Sciascia, della Direzione Generale dello Studente del Miur.

Giovanni Cogliandro dell’Università Tor Vergata di Roma ha poi condotto l’incontro con due Autori di libri utili e importanti per “insegnare meglio” la Costituzione nelle scuole. Raffaele Marzo ha delineato i tratti essenziali del volume “La Costituzione come educazione alla legalità”, mentre Grazia Gotti ha presentato il volume “21 donne all’Assemblea” sul ruolo assunto dall’universo femminile nella stessa Assemblea Costituente, e nella difesa dei principi e valori democratici.Rita Mammino, di Apidge Cultura, ha letto e commentato il messaggio della vicepresidente del Senato, Anna Rossomando e ha ricordato gli sviluppi più attuali di “una battaglia” che vede impegnata l’Associazione ormai da tre anni. A tal fine il Presidente ha ricordato come a Civitavecchia, il prossimo 6 ottobre, su iniziativa di Apidge, si troveranno finalmente di fronte i parlamentari promotori di disegni di legge in tema di Educazione Civica nella presente Legislatura per un aperto e costruttivo confronto.
Eleonora Mattia, Presidente della Commissione Istruzione, Diritto allo studio e Pari opportunità della Regione Lazio ha precisato l’importanza che ha il mondo dell’Istruzione nel forgiare i futuri cittadini e riconosciuto il ruolo degli insegnanti di Scienze giuridiche ed economiche nel garantire le conoscenze e le competenze di base per una autentica cittadinanza italiana ed europea. Ha inoltre apprezzato come nel dibattito si sia dedicata attenzione anche alla dimensione e al ruolo delle donne.. La stessa Mattia ha proceduto infine alla consegna dei particolari riconoscimenti “in nome della Costituzione Italiana” a esponenti del mondo della Cultura e delle Istituzioni.

L’ora di lezione in Cittadinanza e Costituzione sarà dunque oggetto del Seminario in programma il prossimo 6 ottobre presso la Cittadella della musica di Civitavecchia, dove Apidge proseguirà con i festeggiamenti per i Settantanni della Costituzione, nell’ambito delle manifestazioni dell’International Tour Film Festival.

Versione stampabile
anief
soloformazione