Ape sociale, sindacati: permettere pensionamento oltre il 1° settembre 2017

WhatsApp
Telegram

I sindacati – Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola – scrivono alla Ministra Fedeli per intervenire in merito all’Ape sociale che, com’è noto, è una delle forme di flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, introdotta dalla legge di Bilancio 2017.

Le istanze per accedere al pensionamento, secondo la predetta disposizione, dovevano essere presentate a partire dal 1° maggio u.s. Tale termine, però, non è stato rispettato, in quanto il decreto (DPCM) attuativo delle disposizioni della legge di Bilancio è stato oggetto di rilievi da parte del Consiglio di Stato, per cui lo stesso deve essere modificato e poi inviato alla Corte dei Conti. Ciò ha allungato i tempi di tutta la procedura.

L’allungamento dei tempi rischia di non far usufruire del beneficio i docenti della scuola dell’infanzia, gli unici rientranti nell’Ape sociale, considerato che per la scuola la sola finestra d’uscita è il 1° settembre di ogni anno.

I sindacati, pertanto, chiedono alla Fedeli di intervenire, al fine di riaprire (per il personale della scuola che avrà fatto domanda per l’Ape Sociale) i tempi di accesso al pensionamento in una data successiva al 1° settembre 2017.

Ecco la lettera delle OO.SS.

Gentile signora Ministra,

dal 1 maggio è entrata in vigore l’APE SOCIALE che consentirà tra l’altro alle docenti e ai docenti della scuola dell’infanzia l’opportunità di anticipare il pensionamento a 63 anni di età e 36 anni di servizio. Il primo contingente di domande presumibilmente potrà essere inoltrato tra il 15 maggio e il 31 luglio.

E’ un provvedimento molto atteso da una categoria di docenti che in modo particolare sta soffrendo l’innalzamento dei requisiti prodotti dalla riforma Fornero e che per questo ha avuto un riconoscimento nelle novità pensionistiche previste dalla legge di Bilancio del 2017.

Come è noto Il personale della scuola ha una sola finestra di uscita dal lavoro, il 1 settembre di ogni anno, preceduta dalla domanda di dimissioni che quest’anno è scaduta il 13 febbraio. I tempi dell’INPS per l’esame del primo contingente di domande si  preannunciano oltre la data del 1 settembre, mettendo a rischio l’esigibilità, per le docenti e i docenti della scuola dell’infanzia, dell’opportunità di usufruire dell’APE SOCIALE per l’anno scolastico 2017/2018.

Con la presente le scriventi Organizzazioni sindacali sono a chiedere alla S.V la riapertura dei tempi di accesso al pensionamento in una data successiva al 1 settembre 2017 per il personale della scuola che avrà fatto domanda per l’APE SOCIALE nel momento in cui riceverà il consenso da parte dell’INPS., ma anche per coloro che quando sarà attiva la procedura chiederanno l’accesso al pensionamento tramite l’APE volontaria.

Certi della attenzione che vorrà prestare alla nostra richiesta, rimaniamo in attesa di un  cortese riscontro.

Distinti saluti.

Francesco Sinopoli

Maddalena Gissi

Pino Turi

Pensioni, Ape sociale: rilievi CdS a decreto attuativo. Slitta data presentazione istanze

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti