Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Ape sociale e contributi figurativi per disoccupazione: perchè non sono validi?

WhatsApp
Telegram

Per accedere all’Ape sociale possono essere utilizzati i contributi figurativi dell’indennità di disoccupazione?

L’Ape sociale richiede per l’accesso 63 anni di età ed almeno 30 anni di contributi per invalidi, disoccupati e caregiver, mentre necessita di 36 anni di contributi per i cosiddetti lavori gravosi. Ai fini del raggiungimento del requisito contributivo possono essere utilizzati anche i contributi figurativi derivanti dall’indennità di disoccupazione indennizzata.

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buonasera, ho 4 anni di contributi figurativi derivanti da disoccupazione ordinaria percepita dopo supplenze brevi e saltuarie nella scuola, dal 1988 al 2000. Ho fatto domanda di anticipo ape sociale come caregiver, ma l’ INPS mi dice che non sono validi per aumentare gli anni di contribuzione. Come mai? Grazie

Ape sociale e contributi figurativi

I contributi figurativi della Naspi (o delle altre forme di disoccupazione indennizzata) sono utili ad aumentare gli anni di contribuzione versata anche ai fini dell’Ape sociale. L’unico motivo che può venirmi in mente per il quale l’INPS le abbia detto che non possono essere utilizzati è legato ai dipendenti del comparto scuola (e della pubblica amministrazione in generale).

Per i dipendenti che hanno sempre lavorato per la pubblica amministrazione e che, quindi, hanno tutti i contributi versati nella cassa Stato, il riconoscimento dei contributi figurativi dell’indennità di disoccupazione è difficoltoso poichè per l’eventuale ricongiunzione gratuita l’INPS richiede che sia stato versato almeno un contributo effettivo nel Fondo Previdenziale Lavoratori Dipendenti (settore privato). Questo rende difficile l’utilizzo dei contributi da disoccupazione del periodo di precariato per chi, prima e dopo l’evento di disoccupazione, ha sempre versato i propri contributi nella cassa dei lavoratori pubblici.

Se il lavoratore pubblico ha versato nel FPLD solo la contribuzione figurativa dell’indennità di disoccupazione l’unico modo per poterla valorizzare ai fini previdenziali è quella di procedere al cumulo gratuito dei contributi che può  essere utilizzato anche per l’accesso all’APE sociale. Ovviamente la scelta del cumulo gratuito non sempre è conveniente dal punto di vista economico (per l’assegno previdenziale) e proprio per questo motivo le consiglio di procedere, prima, con una simulazione di quanto le spetterebbe di pensione.

 

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito