Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Anticipo TFS fino a 45mila euro per dipendenti pubblici, da oggi le domande: il comunicato INPS

Stampa
TFR

Domande certificazione TFS a partire da oggi: la comunicazione dell’INPS.

Con un comunicato stampa diffuso nella giornata di ieri l’INPS fa presente che da oggi, 18 novembre, possono essere presentate le domande per la certificazione TFS /TFR per la quantificazione dell’importo spettante.

Tale certificazione è necessaria per la presentazione dell’anticipo finanziario del TFS concesso dalle banche e previsto dall’articolo 23, comma 7 del decreto legge numero 4 del 2019.

Nel comunicato l’INPS specifica che la certificazione può essere richiesta anche tramite patronati e che la stessa, accompagnata dalla documentazione necessaria (prevista dal DPCM 51 del 2020) permette di accedere all’anticipo fino a 45mila euro.

Per conoscere le banche aderenti all’iniziativa si invitano gli interessati a consultare la pagina del portale www.lavoropubblico.gov.it/anticipotfs-tfr.

Domanda quantificazione TFS: le istruzioni INPS

Con il messaggio numero 4315 del 17 novembre 2020, poi, L’INPS fornisce le istruzioni per la presentazione della domanda da parte degli interessati.

Premesso che il cittadino possa avvalersi dell’ausilio di un patronato, la domanda di quantificazione del TFS spettante può essere presentata anche in autonomia in via telematica.

Per la presentazione in autonomia il cittadino deve essere in possesso delle credenziali di accesso al sito dell’INPS: PIN INPS, Spid di livello 2, CIE o CNS.

Nell’apposito campo di ricerca bisogna scrivere “Quantificazione” e poi seguire il seguente percorso:

se si tratta di TFS: “Simulazione del TFS o invio domanda di quantificazione del TFS” > “Quantificazione TFS”

se si tratta di TFR: “Richiesta quantificazione TFR per dipendenti pubblici e dichiarazione beneficiari/eredi per liquidazione TFR – Domanda” > “Quantificazione TFR”.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia