Anticipo TFS dipendenti pubblici e interessi da pagare

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Anticipo TFS per i dipendenti pubblici con condizioni agevolate, quanto si dovrà versare allo Stato e quanto all’Inps, analizziamo le ultime novità.

Volevo sapere, se inoltro richiesta di 45.ooo euro come tfs quanti interessi tocca pagare al pensionato e quanto allo Stato. Grazie

I dipendenti pubblici che si apprestano alla pensione o che già sono in pensione (ultimo emendamento), potranno farsi anticipare fino a 45mila euro la buonuscita da parte degli istituti di credito a condizioni favorevoli, con una detassazione sino al 7,5% del valore della buonuscita. (art. 23 e 24 del DL n. 4/2019).

Per poter aderire al prestito, l’Inps dovrà certificare i requisiti del richiedente. Dovrà essere stipulata un apposito accordo tra gli istituti di credito che aderiranno. L’accordo dovrà essere stipulato entro 60 giorni dalla conversione del DL 4/2019, massimo entro maggio 2019, tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro per la pubblica amministrazione e l’Associazione bancaria italiana, sentito l’INPS.

L’Inps ai fini del rimborso del finanziamento e dei relativi interessi, tratterrà il relativo importo al momento dell’erogazione del TFS – trattamento di fine rapporto.

Le modalità di attuazione del prestito saranno disciplinati con un DPCM concertato con il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro per la pubblica amministrazione, anch’esse dovranno essere emanate entro 60 giorni dalla data di conversione del DL n. 4/2019.

Per sapere come funzionerà nel dettaglio l’anticipo TFS, bisogna attendere l’emanazione delle disposizioni attuative.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: