Anticipo TFR o TFS fino a 30mila euro, non è per tutti

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Anticipo TFR o TFS nel DL 4/2019, per un valore massimo di 30mila euro, ma non è per tutti, ecco gli esclusi.

Buonasera, giusto per vostra informazione.Il prestito del Tfs che il governo si presta a fare sia per chi va via con quota 100 e chi come me gia in pensione da oltre 1 anno in attesa che passano 24 mesi per avere la prima tranche di liquidazione e che pensava di usufruire di questa opportunità,non sarà possibile.Il perché faccio parte delle forze dell’ordine e come tale a noi non è concesso.Incredibile! Distinti saluti

Nel Dl 4/2019 è stato previsto per coloro che accedono alla quota 100, per i dipendenti pubblici, la possibilità di farsi anticipare sino a 30mila euro la buonuscita a condizioni favorevoli da parte degli istituti di credito. Inoltre, potranno ottenere una detassazione sino al 7,5% per un valore massimo anticipato di 30mila euro.

Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: TFR o TFS, cosa cambia con la quota 100? Anticipo sino a 30mila euro

Anticipo TFS: ecco cosa riporta il decreto

Il decreto riporta che l’anticipo verrà riconosciuto sulla base di apposite certificazioni rilasciate dall’INPS. I soggetti che accedono al trattamento di pensione secondo la normativa vigente, possono presentare richiesta di finanziamento di una somma pari all’importo, dell’indennità di fine servizio maturata, alle banche o agli intermediari finanziari che aderiscono a un apposito accordo quadro da stipulare, entro 60 giorni dalla data di conversione in legge del presente decreto, tra il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Ministro della Pubblica Amministrazione e l’Associazione Bancaria Italiana, sentito l’INPS.

Ai fini del rimborso del finanziamento e dei relativi interessi, l’INPS trattiene il relativo importo dall’indennità di fine servizio comunque denominata, fino a concorrenza dello stesso.

Gli importi trattenuti da INPS non sono soggetti a procedure di sequestro o pignoramento e, in ogni caso, a esecuzione forzata in virtù di qualsivoglia azione esecutiva o cautelare. Il tutto entro un “tetto” di 50mila euro d’imponibile oltre il quale si applica la tassazione piena.

L’anticipo TFS non è per tutti

Purtroppo ci sono dei limiti, non è accessibile a tutti. Sono esclusi il personale Sicurezza e Difesa e Soccorso pubblico.

Questa situazione ha suscitato molte polemiche. In corso una richiesta di  modificare in sede di conversione l’articolo 23 del decreto legge 4/19 recante “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni” in modo da scongiurare l’esclusione dall’anticipo del Tfs il personale del Comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: