L’Italia zona rossa dal 24 dicembre al 3 gennaio. Spostamenti liberi nel prossimo weekend

Stampa

Secondo alcune fonti, l’ipotesi che circola per un'”Italia zona rossa” riguarderebbe i festivi e prefestivi dal 24 dicembre al 3 gennaio.

Sulle misure restrittive in vista del Natale, come abbiamo già scritto, vi sono posizioni contrarie all’interno del Governo: una parte pensa a misure più rigide, con zona rossa nazionale per i giorni caldi di festa. Un’altra parte invece propone misure restrittive ma meno severe. Ed è lo scontro che si sta avendo negli ultimi giorni all’interno della maggioranza di Governo.

Misure restrittive per Natale e Capodanno sempre più vicine: nuovo vertice nelle prossime ore

AGGIORNAMENTO ore 19.15

Sul fatto che si vada verso misure più restrittive ci sono pochi dubbi ma la discussione, si apprende da fonti del governo, non è chiusa e la riunione si è deciso di aggiornarla per permettere la partecipazione anche alla rappresentante di Italia Viva, Teresa Bellanova, in queste ore di rientro da Bruxelles.

Nulla è ancora deciso, ma nel governo sembra prevalere nettamente la scelta di circoscrivere la stretta da adottare durante le festività alle porte solo nei giorni festivi e prefestivi. Dunque vigilia di Natale, Natale e Santo Stefano, vigilia di Capodanno e primo gennaio. Più 2 e 3 gennaio, perché si tratta di un sabato e una domenica.

Le misure più dure sul tavolo dovrebbero dunque riguardare non un periodo continuativo, come chiesto, in particolare, dai ministri del Pd al tavolo ma anche dal responsabile della Salute Roberto Speranza.  A spingere per una linea dura sì, ma evitando una zona rossa ”no stop’ sarebbe il premier Giuseppe Conte sostenuto, in questo, dal M5S. E c’è chi, tra i presenti alla discussione, bolla l’ipotesi di “chiudere gli italiani in casa per due settimane consecutive una follia”, riferiscono autorevoli fonti all’Adnkronos.

Spostamenti liberi nel prossimo weekend

Nessuna stretta nel weekend alle porte, quello del 18 e 19 dicembre. Ci si potrà spostare da zona gialla a zona gialla – quasi tutta Italia – come è stato consentito finora, mentre l’arrivo o la partenza da aree arancioni o rosse sarà possibile per i soli residenti.

Il governo, al tavolo per decidere una nuova  stretta in vista delle festività, sarebbe orientato a non limitare gli spostamenti nelle prossime ore per evitare i ‘grandi esodi’ delle  feste, come lamentato da alcuni governatori che chiedevano un giro di vite.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Zampa annuncia: “Si è deciso di chiudere in modo rigoroso. Sarà Natale poco allegro, ma più sereno e sicuro”

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese