Anquap, versati 5.174.000 euro per indennità Dsga

“La Direzione Generale del Ministero dell’Istruzione ha comunicato a NoiPA e alle RTS che è stato versato l’importo di 5.174.000 euro concernente il fondo da ripartire per l’erogazione dell’indennità per il DSGA che copra posti comuni a più istituzioni scolastiche”.

Lo afferma il presidente di Anquap Giorgio Germani.

“In ragione dell’avvenuto versamento i DSGA che hanno lavorato in due scuole negli anni scolastici 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 e 2018/2019 debbono essere pagati con la massima urgenza possibile – spiega – Dopo una lungaggine incomprensibile (in presenza di una legge e due CCNL) finalmente si riconosce agli aventi titolo l’indennità mensile spettante, peraltro di modesta entità (appena 214 euro) rispetto ad un gravame lavorativo rilevante per quantità e qualità”.

Sull’argomento l’Anquap è più volte intervenuta nel corso degli anni con lettere, diffide, vertenze e ricorsi ancora pendenti dinanzi a diversi Tribunali. “La nota ministeriale non dice nulla in ordine al corrente anno scolastico 2019/2020 – aggiunge – ci auguriamo che non si riproponga con il MEF il problema solo ora risolto, poiché non ci risulta che i DSGA in attività in due scuole abbiano percepito e percepiscano l’indennità in parola.

La questione sarebbe risolta alla radice se si modificasse la norma sulle scuole sottodimensionate alle quali non si può assegnare in via esclusiva un Dirigente e un Direttore. Più volte l’Anquap ha avanzato una proposta in tale direzione; proposta che rilanciamo nell’interesse del funzionamento delle scuole”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia