ANQUAP: prima di deliberare PON necessario verificare fattibilità da parte delle segreterie. DSGA svolgano lavoro in orario eccedente

di redazione

item-thumbnail

L’Assocazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche  interviene sulla questione legata ai PON e POR deliberati dagli organi collegiali delle scuole.

Secondo l’associazione, infatti, prima di dare avvio a richieste di delibere, il dirigente dovrebbe accertarsi che sussistano i requisiti minimi di fattibilità.

Tra le richieste quella di far assolvere ai DSGA compiti legati ai PON e POR in orario eccedente, in base all’art. 51 comma 4 CCNL 29/11/2007 (con retribuzione) o in orario ordinario (senza retribuzione).

“Il DSGA svolgerebbe le sue attività nel rigoroso rispetto dell’orario di lavoro – affermano dall’ANQUAP – così come disciplinato dal vigente CCNL del 29/11/2007. In altri termini, al DSGA non potrebbe essere chiesto di prestare un orario giornaliero di lavoro superiore alle nove ore (art. 51 comma 3 del vigente CCNL), o alle 42 ore settimanali (art. 53 comma 2 del citati CCNL).”

“Qualora – continuano – la mole e la complessità dei programmi deliberati determinasse oggettive difficoltà al lavoro dei servizi amministrativi (magari per una erronea  valutazione del principio di adeguatezza), sarà cura del DSGA rappresentare per iscritto la situazione.”

“In caso di situazioni ove risultasse difficile (per non dire impossibile) contemperare gli adempimenti obbligatori per legge e regolamento (vedi in particolare l’art. 14 DPR 275/99) su alunni, personale, contabilità (e molto altro ancora) con quelli conseguenti alle attività dei programma operativi nazionali e regionali (PON e POR), sarà cura del DSGA chiedere per iscritto al Ds un apposito provvedimento che stabilisca le priorità da seguire facendo presente che non gli sarà possibile garantire tutti gli adempienti necessari (ordinari e progettuali).” Continua il comunicato.

Il DSGA in assenza di provvedimenti che vadano in questa direzione, dovrà dare priorità agli adempimenti obbligatori per legge rispetto a quelli progettuali.

Versione stampabile
Argomenti: