ANP premia dirigente, docente e alunni che innovano con la tecnologia

Stampa

ANP – Si svolgerà mercoledì 25 febbraio, alle ore 11.30,  presso la sede della ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola) via del Policlinico 129/A (Roma) la premiazione “ANP per l’INNOVAZIONE”, l’iniziativa giunta alla sesta edizione che premia chi, nel mondo dell’istruzione, si è maggiormente distinto per progetti realizzati con il contributo della tecnologia.  

ANP – Si svolgerà mercoledì 25 febbraio, alle ore 11.30,  presso la sede della ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola) via del Policlinico 129/A (Roma) la premiazione “ANP per l’INNOVAZIONE”, l’iniziativa giunta alla sesta edizione che premia chi, nel mondo dell’istruzione, si è maggiormente distinto per progetti realizzati con il contributo della tecnologia.  

Le categorie del premio 2014 sono:

  • premio Dirigente dell’anno riservato ai dirigenti della scuola che hanno realizzato un progetto innovativo nella propria scuola semplificando i processi organizzativi e migliorando i servizi agli studenti e alle famiglie
    tramite la tecnologia.
  • Docente dell’anno riservato a chi ha utilizzato la tecnologia per proporre una didattica innovativa e moderna e per aver adattato l’insegnamento alle modalità di apprendimento delle nuove generazioni di allievi.
  • premio Classe digitale dell’anno destinato a quella classe o gruppo (formato con almeno 5 studenti) al quale è stato proposto un tema di studio e assegnato uno o più progetti realizzati utilizzando in maniera innovativa la tecnologia.

Anche per questa sesta edizione è stato fondamentale il contributo di Microsoft Italia che ha messo a disposizione dei partecipanti i suoi strumenti tecnologici di collaborazione online attraverso la community “Apprendereinrete”.  

Alla cerimonia di premiazione prenderanno parte, oltre ai vincitori di ciascuna sezione, il presidente e la vicepresidente di ANP, Giorgio Rembado e Licia Cianfriglia, l’amministratore delegato di Microsoft Italia, Carlo Purassanta, e il sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca, Davide Faraone.

Stampa