ANP, noi dirigenti non compileremo il portfolio. Valutazione snaturata da accordo con sindacati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’ANP ha inviato ai propri iscritti una lettera riguardante la compilazione del portfolio ai fini della valutazione dei dirigenti scolastici. Molti i punti di criticità segnalati, che sfociano in un’azione di disobbedienza.

Valutazione dirigenti derubricata

Infatti, scrive l’ANP, la valutazione dei dirigenti scolastici è stata “del tutto snaturata dall’accordo del 30 marzo con le altre sigle sindacali ed è derubricata a formazione e misura di accompagnamento“.

Il perché della protesta

Il sindacato dei dirigenti lamenta una modifica sostanziale alla legge 107 “La buona scuola” a seguito del contratto siglato tra Ministero e Sindacati che ha di fatto disinnescato alcune peculiarità della legge. A partire, ad esempio, dalla “chiamata diretta”.

Non compilate quel portfolio

Ricordiamo che si tratta del secondo anno consecutivo che l’ANP invita i suoi iscritti a  non compilare il portfolio. “Invitiamo, – scrive – pertanto, tutti i colleghi a non aprire e a non compilare il portfolio di valutazione nemmeno per l’anno scolastico 2017/18“.

Tanto più che, conclude il comunicato “L’esito della procedura di valutazione, comunicata con un ritardo di ben cinque mesi rispetto alla scadenza prevista,è consistito in una raccomandazione paradossale di maggiore puntualità ai dirigenti scolastici. L’Amministrazione, quindi, ignora (e non dovrebbe) che il portfolio non è stato compilato per deliberata scelta sindacale“.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione