ANP, impossibile garantire sicurezza bambini immunodepressi in classi differenziate

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’ANP ha richiesto un incontro urgente con il ministro della Salute, On. Giulia Grillo sul sul tema dei vaccini e dell’ipotesi di classi “differenziali” per i bambini immunodepressi.

Ecco il testo della lettera:

On. Ministro,

questa Associazione, l’ANP, forte dell’adesione di oltre il 50% dei dirigenti scolastici in servizio nonché di numerosi docenti, costituisce da sempre un punto di riferimento sindacale e professionale per la categoria e per la scuola.

La paventata eventualità di un differimento degli obblighi vaccinali pone enormi problemi organizzativi al sistema educativo.

Non è realisticamente ipotizzabile, in particolare, l’eliminazione del rischio di contagio per i bambini impossibilitati a vaccinarsi mediante un inserimento in classi “differenziate”.

I media hanno inoltre veicolato il messaggio, totalmente infondato, che fa sembrare le autocertificazioni come soluzioni semplici e prive di conseguenze anche penali.

Le chiedo pertanto un incontro urgente per affrontare in dettaglio la questione.

Distinti saluti.

Il Presidente nazionale ANP Antonello Giannelli

Immunodepressi in classi di vaccinati, Giannelli: soluzione di difficile realizzazione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione