Annullare la prova preselettiva del concorso per dirigenti scolastici

di redazione
ipsef

red – La proposta è dell’On. Pagano in una interrogazione parlamentare. Alla base della richiesta le problematiche che hanno accompagnato la procedura concorsuale già messe in evidenza dalla nostra redazione.

red – La proposta è dell’On. Pagano in una interrogazione parlamentare. Alla base della richiesta le problematiche che hanno accompagnato la procedura concorsuale già messe in evidenza dalla nostra redazione.

PAGANO. – Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. – Per sapere – premesso che:
in queste ore decine di migliaia di docenti che hanno preso parte alla pre-selezione del concorso a 2.368 posti di dirigenti scolastici per la scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e per gli istituti educativi, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale – 4° serie speciale n. 56, il 15 luglio 2011, sono in attesa dei risultati delle prove effettuate a livello nazionale il 12 ottobre 2011;
la prova in questione consisteva in un test di 100 domande con quesiti a risposta multipla della durata di 100 minuti (circa un minuto a domanda);
relativamente a tale procedura di selezione sussistono alcuni punti da chiarire:

a) congruità del tempo assegnato ai candidati per rispondere ai quesiti, tenendo presente che in un minuto dovevano leggere il numero (peraltro non progressivo) della domanda sul foglio-domande, cercare la domanda sul libro (male impaginato) contenente oltre 5.000 domande, leggere la domanda e le quattro risposte, individuare la risposta esatta, annerire perfettamente il cerchietto sul foglio-risposte;
b) presenza nel librone di quesiti errati, dubbi, con risposte non univoche e opinabili;
c) presenza nel librone di refusi, rinvenibili anche nella batteria pubblicata dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, proprio nelle risposte esatte, che avrebbero potuto rappresentare segni di riconoscimento;
d) predisposizione di aule ad hoc per candidati che, per qualche motivo, non si siano presentati nella sede assegnata che sono stati ospitati, dunque, in altre scuole;
e) non apposizione dei codici identificativi sul foglio risposte in contemporanea al cartoncino anagrafico;
f) presenza su alcuni siti web, già dal mese di luglio, di moltissimi quesiti poi pubblicati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca il 1° settembre e oggetto della prova;
risulta evidente che la gestione della procedura di pre-selezione affidata dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca al FORMEZ-ITALIA ha dato luogo a diverse anomalie che quasi certamente daranno origine a una pioggia di ricorsi (alcuni già presentati) innanzi al giudice amministrativo -:

se non ritenga opportuno valutare la possibilità, anche per evitare il proliferare di eventuali ricorsi dei candidati esclusi al giudice amministrativo, di annullare completamente la prova preselettiva di cui in premessa e riproporla secondo criteri e modalità caratterizzati da maggiore chiarezza e attendibilità

Versione stampabile
anief
soloformazione