Anno di prova neoimmessi: il tutor deve essere nominato, anche in assenza di docente della stessa classe di concorso o area

Stampa

L'USR Molise concorda con quanto già espresso dalla nostra redazione circa la nomina del tutor, alla luce del dm n. 850 del 27 ottobre 2015 e della circolare Miur del 5 novembre 2015.

L'USR Molise concorda con quanto già espresso dalla nostra redazione circa la nomina del tutor, alla luce del dm n. 850 del 27 ottobre 2015 e della circolare Miur del 5 novembre 2015.

Cosa accade quando la scuola non è in grado di garantire docenti tutor della stessa classe di concorso o in possesso di abilitazione, classe affine, area disciplinare del docente neoimmesso in ruolo?

L'USR Molise ritiene, in considerazione dell'eccezionalità del caso in riferimento alle modalità assunzionali previste nelle fasi B) e C) della Legge 107/2015, che il Tutor , in caso di motivata impossibilità, possa anche non essere strettamente riferibile a quanto descritto nel comma 2 dell'articolo 12 del D.M. 850/2015, con possibilità di nomina, da parte del Dirigente Scolastico, di un Tutor con classe di concorso la più attinente al percorso formativo del Docente neo assunto.

Il periodo di formazione e di prova, così come indicato dalle corrispondenze mail tra gli USR e il MIUR, prevede un rafforzamento delle competenze trasversali nel contesto scolastico in cui il Docente presta servizio. A riguardo è importante stimolare attività progettuali – formative, comprese quelle didattiche, previste nel POF, accompagnare la formazione con attività peer to peer, documentare il percorso nel patto per lo sviluppo professionale, nel bilancio finale delle competenze e nel portfolio professionale.

La circolare dell'USR Molise

La redazione di OrizzonteScuola aveva già affrontato la problematica nell'articolo Anno di prova. Assegnazione tutor per analogia alla classe di concorso del neoimmesso in ruolo

nel quale avevamo messo in evidenza che dal momento che non tutte le scuole possono essere in grado garantire il tutor della stessa classe di concorso o anche affine del docente neo immesso in ruolo, si deve ricercare un'analogia alla classe di concorso, come da apposito avviso del Miur. Laddove l'analogia è il più possibile “vicina” alla classe di concorso in questione è sicuramente meglio, altrimenti il dirigente opererà l'assegnazione del tutor con i docenti che ha a disposizione. D'altronde non è possibile pensare di non assegnare un tutor.

Neoimmessi in ruolo. Anno di prova e formazione: tutto sull'assegnazione e i compiti del tutor

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!