Anno prova neoassunti 2018/19: incontri in presenza, laboratori formativi, osservazione, attività online. Indicazioni Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con nota n. 35085 del 2 agosto 2018, ha fornito indicazioni in merito all’anno di prova e formazione dei docenti neoassunti a.s. 2018/19.

Conferma modello delineato DM 850/2015

Viene confermato, anche per il prossimo anno scolastico, nelle sue caratteristiche principali, il modello formativo delineato con il DM n. 850/2015 con alcune  semplificazioni volte a qualificare l’esperienza formativa degli interessati e a facilitare l’azione organizzativa dell’amministrazione e delle scuole.

I neoassunti, pertanto, saranno impegnati nelle seguenti attività:

  • incontri in presenza;
  • laboratori formativi e visite in scuole innovative;
  • osservazione in classe (peer review);
  • attività sulla piattaforma on line (bilancio delle competenze, curriculum formativo, patto per lo sviluppo formativo… costruzione del portfolio professionale).

La durata complessiva del percorso è sempre quantificata in 50 ore.

Incontri propedeutici e di restituzione finale

Nella nota si suggerisce di calendarizzare gli incontri a partire dal mese di ottobre 2018.

Durante gli incontri propedeutici devono essere fornite indicazioni sulle diverse fasi del percorso di formazione e illustrati i materiali di supporto per la successiva gestione delle attività (struttura dei laboratori formativi, format del bilancio di competenze e del portfolio).

Ai suddetti incontri è opportuno che partecipino anche i tutor, incaricati della supervisione dei neo-assunti,  per la condivisione di informazioni e strumenti.

Per quanto riguarda gli incontri di restituzione finale,  nella nota si suggerisce di organizzare eventi di carattere professionale anche attraverso il coinvolgimento e le testimonianze dei diretti protagonisti degli eventi formativi (es. docenti partecipanti al visiting o a laboratori particolarmente coinvolgenti, tutor, dirigenti scolastici) oltre che esperti di sviluppo professionale e comunità professionale.

La durata degli incontri iniziali e finali è pari a 6 ore complessive.

Laboratori formativi

I laboratori formativi (incontri a piccoli gruppi, con la guida operativa di un tutor-formatore) hanno una durata complessiva di 12 ore.

La durata dei moduli – in base ai contenuti, al livello di approfondimento e alla dimensione operativa – può essere variabile (di 3 ore, di 6 ore o più).

Quanto alle tematiche da affrontare si rinvia a quanto indicato nell’articolo 8 del DM 850/2015.

Il Ministero evidenzia che indagini svolte con i docenti interessati hanno rilevato che alcune tematiche hanno avuto un notevole gradimento. Ecco quali: le didattiche innovative, l’uso delle nuove tecnologie, l’educazione alla sostenibilità, le forme di inclusione e di integrazione.

Visite in scuole innovative

Confermata anche la novità introdotta lo scorso anno scolastico, ossia le visite in scuole innovative.

Le visite si effettuano a domanda degli interessati, senza oneri per l’Amministrazione, per un massimo di 3.000 docenti (nella Tabella A il numero di docenti che può partecipare per Regione).

Le visite, programmate dagli USR, sono organizzate per  singoli docenti neo-assunti o di piccoli gruppi in scuole accoglienti che si caratterizzano per una consolidata propensione all’innovazione organizzativa e didattica, finalizzata a favorire il confronto, il dialogo e il reciproco arricchimento.

Tale attività:

  • può avere la durata massima di due giornate di “full immersion” nelle scuole accoglienti;
  • è considerata sostitutiva (in parte o in toto) del monte-ore dedicato ai laboratori formativi;
  • può avere per una durata massima di 6 ore nell’arco di ogni giornata.

Osservazione in classe

L’attività di peer to peer da svolgere a scuola ha una durata di 12 ore, secondo quanto stabilito dall’articolo 9 del DM n. 850/2015.

 Ruolo del tutor

Nel percorso sopra delineato, un ruolo di primo piano svolge il tutor accogliente che funge da connettore con il lavoro sul campo e si qualifica come “mentor” per gli insegnanti neo-assunti, specie di coloro che si affacciano per la prima volta all’insegnamento.

Il profilo del tutor si ispira alle caratteristiche del tutor degli studenti universitari impegnati nei TFA (DM 249/2010).

E’ il dirigente scolastico che individua il tutor attraverso un opportuno coinvolgimento del Collegio dei docenti.

In linea generale, ciascun docente in anno di prova ha un tutor di riferimento, preferibilmente della stessa disciplina, area disciplinare o tipologia di cattedra ed in servizio nello stesso plesso.

Il tutor non può avere più di tre docenti neoassunti da seguire.

Al fine di riconoscere l’impegno del tutor, durante l’anno di prova e di formazione, le attività svolte (progettazione, confronto, documentazione) possono essere attestate e riconosciute dal Dirigente Scolastico come iniziative di formazione previste dall’articolo 1, comma 124, della legge 107/2015.

 Attività sulla piattaforma on line

L’ambiente on-line Indire sarà disponibile entro il mese di novembre 2018.

Le attività on-line saranno oggetto di alcune variazioni e semplificazioni di carattere editoriale e si introdurranno migliori collegamenti tra le varie parti del portfolio e le attività in presenza.

Vengono confermati e semplificati i questionari on line per i diversi soggetti impegnati nella formazione .

La durata dell’attività online è quantificata in 20 ore.

Le attività in piattaforma, infine, sono da considerare strettamente legate a quelle in presenza, al fine di:

  • consentire la documentazione del percorso;
  • riflettere sulle competenze acquisite;
  • dare un “senso” coerente e coeso al percorso complessivo.

Nella nota, infine, si sottolinea che la presentazione del portfolio di fronte al Comitato di valutazione sostituisce la elaborazione di qualsiasi altra relazione.

Ripartizione per Regione numero dei docenti per la visita in scuole innovative

Terzo anno FIT

La nota non fornisce indicazioni in merito ai docenti ammessi al terzo anno FIT, la cui valutazione finale è disciplinata dal DM984/2017. Ne abbiamo parlato in Immissioni in ruolo, docenti ammessi terzo anno FIT: come saranno valutati?

nota Miur

Versione stampabile
anief anief
soloformazione