Anno di prova. Docente con handicap non può essere discriminato

WhatsApp
Telegram

Miur condannato per comportamento disciriminatorio nei confronti di docente con handicap. La vertenza è stata seguita dalla FLC CGIL.

Miur condannato per comportamento disciriminatorio nei confronti di docente con handicap. La vertenza è stata seguita dalla FLC CGIL.

Il Tribunale di Pesaro condanna l'Amministrazione perchè il mancato superamento dell'anno di prova non può essere fatto risalire a dimostrate deficienze nella capacità di insegnamento, ma ad una discriminazione operata nei confronti di docente con handicap.

Il provvedimento emesso dal Tribunale di Pesaro è particolarmente importante e delicato.

La patologia clinica della ricorrente infatti non intaccava la sua capacità di insegnamento, ma escludeva soltanto l'attività di sorveglianza e gestione all'esterno della classe, se non con la collaborazione e il supporto di altro docente o personale a ciò destinato.

L'Amministrazione scolastica decide però di rinviare all'anno successivo l'anno di prova della ricorrente, in attesa che la scuola reperisse le risorse da destinare ad assistenza e vigilanza degli alunni.

Nella sentenza si legge che la mancata dimostrazione del motivo addotto per giustificare il provvedimento (necessità di nuove risorse da adibire ad assistenza e sorveglianza degli alunni) fa sì che lo stesso si correli obiettivamente e in via esclusiva alla condizione di handicap della ricorrente.

Tale condizione, leggiamo nella sentenza, ha prodotto un danno non patrimoniale ma di natura morale (sofferenza e disagio emotivo). L'Amministrazione è stata pertanto condannata al risarcimento del danno morale procurato oltre che al pagamento delle spese di lite.

La sentenza

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it