Anno prova dirigenti scolastici, quali competenze saranno valutate

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Anno di prova e formazione dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2019/20: competenze e ambiti di valutazione.

Percorso

Il percorso, delineato dal DM 956/2019 e che dovranno seguire i dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2019/20, si articola nelle seguenti attività:

  1. attività di accompagnamento, tutoraggio, consulenza professionale, avvalendosi della collaborazione di dirigenti scolastici con funzioni di tutor;
  2. attività di formazione.

Ambiti di valutazione

Il periodo di prova dei dirigenti neoassunti è finalizzato a verificare la padronanza delle competenze professionali previste in riferimento ai seguenti ambiti:

  1. possesso ed esercizio delle competenze gestionali ed organizzative finalizzate alla correttezza, trasparenza, efficienza ed efficacia dell’azione dirigenziale;
  2. possesso ed esercizio delle competenze per lo sviluppo e la valorizzazione delle risorse umane;
  3. possesso ed esercizio delle competenze concernenti i rapporti con la comunità scolastica, il territorio ed i referenti istituzionali;
  4.  possesso ed esercizio delle competenze concernenti l’analisi della realtà scolastica in cui si opera, nonché della progettazione delle iniziative volte al suo miglioramento.

Per verificare il possesso delle competenze di cui al punto 1, si valuterà:

  • la capacità di ottemperare alle attività gestionali connesse con l’incarico dirigenziale e alle procedure previste dalla normativa vigente, in relazione agli atti di pertinenza del dirigente scolastico, nonché la correttezza nella gestione delle risorse economiche, finanziarie e strumentali.

Per verificare il possesso delle competenze di cui al punto 2, si valuteranno:

  • la capacità di promozione, gestione e valorizzazione delle risorse umane a disposizione (organizzazione del lavoro, formazione in servizio, sistema degli incentivi, motivazione e partecipazione, ecc.);
  • lo svolgimento delle funzioni dirigenziali concernenti il periodo di formazione e di prova del personale neoassunto o in tirocinio;
  • il corretto esercizio dell’ eventuale azione disciplinare.

Per verificare il possesso delle competenze di cui al punto 3, si valuterà:

  • la capacità di gestione degli organi collegiali, delle relazioni sindacali, del lavoro di rete, dei rapporti tra scuola, famiglie, comunità, territorio e istituzioni di riferimento.

Per verificare il possesso delle competenze di cui al punto 4, si valuteranno:

  • la capacità di analisi del contesto, delle esigenze e delle aspettative della comunità educante, a partire dal Rapporto di autovalutazione e dal Piano triennale dell’offerta formativa;
  • la capacità di sviluppo del Piano di Miglioramento e delle azioni di rendicontazione sociale.

Indicatori e descrittori valutazione

Il Miur, come leggiamo nella nota illustrativa del decreto n. 956/2019, si riserva di definire, entro il prossimo mese di gennaio 2020, gli indicatori e i descrittori per la valutazione del periodo di prova dei dirigenti neoassunti, nonché le forme di documentazione necessarie.

D.M.956/2016 – Linee operative per la formazione dei dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2019-2020.

La nota di accompagnamento

Versione stampabile
soloformazione