Diplomati magistrale di ruolo con riserva, riassunti da concorso, non svolgeranno l’anno di prova

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Una docente diploma magistrale, partecipante al concorso straordinario per la scuola dell’infanzia/primaria, assunta in ruolo con riserva da GaE, licenziata in seguito a sentenza di merito e con anno di prova già superato, ci chiede se, quando sarà immessa in ruolo in seguito alla procedura concorsuale riservata, dovrà ripetere l’anno di prova.

Valutazione anno di prova con riserva

Ricordiamo che i diplomati magistrale assunti con riserva, come nel caso della nostra lettrice, hanno potuto svolgere l’anno di prova con relativa valutazione con riserva, in seguito ad un chiarimento del Miur.

Il Ministero, infatti, è intervenuto con apposita nota, con la quale ha indicato di procedere alla valutazione succitati docenti inserendo (nel provvedimento di conferma in ruolo) la clausola risolutiva in caso di giudizio di merito sfavorevole al docente.

Così leggiamo nella nota:

si può procedere con la valutazione del periodo di prova del personale di cui sopra, diplomato magistrale, assunto a tempo indeterminato, con l’avvertenza che si faccia espressa riserva di risoluzione del rapporto lavorativo in caso di esito sfavorevole per il docente del giudizio pendente.

Anno prova non va ripetuto

Quanto al quesito posto dalla nostra lettrice, la risposta è fornita dall’articolo 10, comma 5, del decreto del 17 ottobre 2018, che disciplina la succitata procedura concorsuale riservata.

Così leggiamo nel predetto articolo 10/5:

“I docenti immessi in ruolo sono sottoposti, per la conferma, al periodo di formazione e di prova di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca 27 ottobre 2015, n. 850, ad eccezione dei docenti che abbiano gia’ superato positivamente il predetto periodo, a pieno titolo o con riserva, per il posto specifico.”

I docenti, che hanno già superato l’anno di prova, sia pieno titolo che con riserva (diplomati magistrale in ruolo con riserva), dunque, non devono svolgerlo nuovamente.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione