Anno di prova: non si svolge dopo assegnazione provvisoria in altro grado

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Non è previsto anno di prova in seguito ad assegnazione provvisoria in altro grado di istruzione. L’anno di prova si svolge nel grado di titolarità

Una lettrice ci scrive:

“ Sono di ruolo dal settembre 2016 in un liceo linguistico. Per motivi familiari devo probabilmente spostarmi a Jesi e chiedere assegnazione provvisoria visto che si tratta di una situazione non ancora definita. Se finisco in una scuola media, sebbene solo su assegnazione, dovrò rifare l’anno di prova?”

L’anno di prova e formazione, come prevede il DM n.850/2015, deve essere svolto nella sua interezza anche dai docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo, se non è stato già svolto in precedenza, in quanto il periodo di prova si sostiene una sola volta per ogni ordine di scuola.

Anno di prova dopo mobilità professionale, ma non dopo mobilità annuale

Lo svolgimento dell’anno di prova è previsto, quindi, per l’ordine o grado di istruzione di titolarità, sia in seguito a immissione in ruolo che a mobilità professionale, ma non interessa, invece, i docenti in mobilità annuale.

Il docente che, avendo i requisiti necessari, la ottiene in grado di istruzione diverso da quello di titolarità, non dovrà svolgere nessun anno di prova essendo titolare in altro grado di istruzione

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi,  interessata all’assegnazione provvisoria, se ha i requisiti e i titoli necessari,  potrà chiederla anche in altro grado di istruzione. Nel caso specifico potrà chiedere assegnazione provvisoria nella Secondaria I grado dove non dovrà svolgere l’anno di prova in quanto la sua titolarità è nella Secondaria II grado

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads