Anno di prova neoassunti, docenti potrebbero essere penalizzati se non sanno utilizzare strumenti della didattica a distanza?

Stampa
valutazione

Anno di prova neoassunti e docenti con passaggio di ruolo, su cosa vanno valutati gli interessati?

Quesito

Buongiorno, vorrei sapere se tra i parametri per valutare un neoassunto una scuola può introdurre la padronanza nel gestire gli strumenti informatici nella DAD?
Cordiali saluti

Rispondiamo alla nostra lettrice ricordando cosa prevede il DM 850/2017 e le indicazioni ministeriali fornite con nota del 27 marzo 2020.

Cosa prevede il DM 850/2015

Il periodo di formazione e di prova, leggiamo nel decreto, è finalizzato specificamente a verificare la padronanza degli standard professionali da parte dei docenti neo-assunti con riferimento ai seguenti criteri:

a. corretto possesso ed esercizio delle competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche, con riferimento ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza e agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti vigenti;
b. corretto possesso ed esercizio delle competenze relazionali, organizzative e gestionali;
c. osservanza dei doveri connessi con lo status di dipendente pubblico e inerenti la funzione docente;
d. partecipazione alle attività formative e raggiungimento degli obiettivi dalle stesse previsti.

Il docente, dunque, sarà valutato in merito a quanto detto sopra, ossia in base al possesso dei succitati standard professionali.

Nota del 27 marzo

Il Ministero, in seguito alla sospensione delle attività formative in presenza annunciata con la nota del 6 marzo 2020, ha fornito indicazioni in merito alla prosecuzione a distanza della formazione dei docenti  neoassunti (oltre che dei dirigenti e dei docenti in servizio) con la nota del 27 marzo 2020.

Quanto alla valutazione dei docenti neoassunti, così leggiamo nella nota:

Ci si riserva di inviare ulteriori indicazioni in merito alle fasi conclusive della valutazione del periodo di prova per ogni docente neo-assunto, che al momento vengono confermate nella configurazione prevista dal D.M. 850/2015. Ad ogni buon conto, si raccomanda ai docenti neoassunti di curare con particolare attenzione la documentazione “virtuale” sul proprio periodo di prova e formazione che viene richiesta dalla piattaforma INDIRE, con gli opportuni adattamenti dovuti alla particolare situazione.

Conclusioni

Rispondendo alla nostra lettrice, affermiamo che il docente deve essere valutato in base al possesso dei sopra riportati standard professionali. Certo le competenze informatiche le dimostra già utilizzando la piattaforma indire.

Quanto alle nuove indicazioni ministeriali, nella nota il Ministero afferma che fornirà informazioni  sulle fasi conclusive della valutazione. Non parla di nuovi criteri.

Sul quesito specifico, al momento, affermiamo che la scuola deve rispettare il DM 850/2015.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!