Anno di prova neoassunti: norme di riferimento e modello relazione del Dirigente scolastico

WhatsApp
Telegram

L’anno di prova e formazione per i docenti neoassunti è disciplinato da un insieme di normative e decreti che stabiliscono le procedure e i criteri necessari per la valutazione e la conferma in ruolo del personale docente ed educativo. Di seguito, verranno esaminate le principali leggi di riferimento e le disposizioni comuni che regolano questo importante periodo di transizione.

Non sei abbonato? Come funzionano gli abbonamenti:

Abbonamento a Gestire la scuola, si compone di:

  1. “Gestire la scuola”: accesso ad un’area riservata per Dirigenti, staff, segreterie e DSGA nella quale saranno inseriti durante il corso dell’anno scolastico: articoli guide normative, documenti e circolari ,  video, e impegni racconti nella sezione agenda con le operazioni da svolgere.
  2. “La Dirigenza scolastica”: quattro numeri in formato cartaceo della rivista “La Dirigenza scolastica” e PDF da scaricare. In ogni numero della rivista sfogliabile verrà approfondita una tematica che riguarda la conduzione della scuola come organizzazione complessa. L’abbonamento comprende la spedizione di 4 numeri cartacei successivi alla data di adesione e l’accesso a tutti i numeri pregressi in formato PDF.

Abbonamento a Gestire il personale scolastico Accederai a più di 200 schede che analizzano tutta la casistica legata alla gestione del personale della scuola statale sempre disponibili alla consultazione e due numeri l’anno di approfondimento, da scaricare in PDF e spediti in formato cartaceo.

La tua scuola utilizza strumenti ARGO SOFTWARE? Avrai uno sconto del 20%. Contattaci all’indirizzo: [email protected] per ottenerlo

Scopri tutte le opzioni di abbonamento

Puoi ricevere gli aggiornamenti di questi ed altri contenuti su Orizzonte Scuola PLUS iscrivendoti al nostro canale telegram PLUS. Oppure iscriviti alla nostra newsletter PLUS

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri