A un anno dal concorsone docenti: bilancio e rilancio delle lotte dei precari

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Il Gruppo "Precari uniti contro i tagli" comunica, ad un anno dall’inizio della procedura concorsuale, che aderirà alle prossime manifestazioni (cortei studenteschi dell’11 ott. e sciopero del sindacalismo di base del 18 ott)

red – Il Gruppo "Precari uniti contro i tagli" comunica, ad un anno dall’inizio della procedura concorsuale, che aderirà alle prossime manifestazioni (cortei studenteschi dell’11 ott. e sciopero del sindacalismo di base del 18 ott)

A un anno esatto dalla mobilitazione – si legge nel loro comunicato – i precari in lotta registrano con amara soddisfazione il fallimento totale della procedura concorsuale, oggi denunciato anche da quei media che un anno fa ne riconoscevano incompetentemente la necessità o ne lodavano dissennatamente la provvidenzialità in perfetta malafede, vista la mancanza di posti e la palese iniquità della selezione.

I precari e i docenti in lotta ritengono imperativo il prosieguo della lotta, con rinnovate energie, perseguendo, accanto agli imprescindibili e noti obiettivi, cioè il ritiro delle riforme Gelmini e Fornero, l’assunzione su tutti i posti disponibili in organico di fatto e diritto, il rifinanziamento della Scuola pubblica, il definanziamento della privata e confessionale, lo scorporo delle classi-pollaio e la riduzione del numero di alunni per classe, anche gli scopi dettati dai più recenti attacchi: ritiro dei "BES", rispetto dei diritti dei disabili (rapporto 1:1), attribuzione ai precari degli spezzoni orario di qualunque entità, pagamento delle ferie, eliminazione dei test INVALSI, che violano l’art. 33 della Costituzione e umiliano i docenti, obbligandoli, su basi inconsistenti, ad un "aggiornamento" che si confugura come una misura punitiva e vessatoria.

L’11 ottobre gli studenti scenderanno in piazza

18 ottobre sciopero Generale: appello USB a tutte le organizzazioni e ai comitati della scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur