Anno 2019: molte feste cadono di domenica, ma a Pasqua ci si può rifare

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

Quali saranno i ponti di questo nuovo anno 2019? In realtà non sono molti.

Dopo le festività di Natale un ponte lungo (o volendo lunghissimo) è quello di Pasqua e Pasquetta ( il 21 e il 22 aprile), che però si possono unire alla festa del 25 aprile, che cade di giovedì.

La Festa della Liberazione si può legare anche a quella del 1 maggio, che cade di mercoledì; se si volesse legare tutto, i giorni di festa sarebbero ben 12.

Oltre alla festa dell’Epifania, che cade di domenica, si perde anche quella del 2 giugno, altra domenica.

Per chi lavora ad agosto, come il personale ATA, il 15 cade di giovedì, anche qui dunque occasione di ponte.

Il 1 settembre è domenica: rimandati quindi i collegi al 2 settembre.

In autunno, il 1 novembre cade di venerdì:  possibilità di ponte per il sabato 2.

Altra domenica è l’8 dicembre,  per cui nessuna possibilità .

Il 25 dicembre cade di mercoledì,  si potrebbe stare a casa da lunedì 23 dicembre per l’inizio delle vacanze di Natale; chi non lavora il sabato  sta a casa da sabato 21 fino al 7 gennaio 2020, che è un martedì.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione