Annalisa Pannarale (SI): sventata occupazione con pistola episodio gravissimo. Interrogazione alla Fedeli

Stampa

comunicato Sinistra Italiana – L’episodio accaduto al liceo artistico De Nittis di Bari è gravissimo e non può essere archiviato senza un accertamento delle responsabilità. E’ assolutamente impensabile che studenti e studentesse, impegnati in un’azione di dissenso contro l’alternanza scuola-lavoro e nella legittima rivendicazione di spazi di autogestione, siano stati fermati sotto la minaccia di una pistola da un vigilante privato. Mai nessuno avrebbe pensato che in una scuola si potesse arrivare a sfoderare le pistole. Presenterò una interrogazione alla ministra Fedeli.

Lo afferma la deputata barese di Sinistra Italiana-Possibile ed esponente di Liberi e Uguali Annalisa Pannarale, componente della commissione Cultura di Montecitorio.

La scelta della dirigente scolastica di affidare la sorveglianza della scuola ad un istituto di vigilanza privata, proprio in un occasione della mobilitazione degli studenti, appare irresponsabile e finalizzata ad una pericolosa repressione e criminalizzazione della libertà di espressione e di protesta, prosegue Pannarale. Quanto accaduto è il risultato dell’accentramento di poteri nelle mani dei dirigenti previsto dalla legge 107, che ha istituito una sorta di preside-sceriffo. La cosa che la ministra deve chiarire immediatamente ė se si tratti di un episodio smisurato, oltre l’ordinaria gestione disciplinare della scuola, oppure di un nuovo corso di governance delle contraddizioni e dei conflitti che prevede il silenziamento degli studenti attraverso gravi atti intimidatori, conclude Pannarale.

Lo rende noto l’ufficio stampa gruppo parlamentare Sinistra Italiana-Possibile

Roma, 19 dicembre 2017

Bari, tentativo di occupazione sventato da guardia giurata. Secondo gli studenti avrebbe puntato loro la pistola

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese