Anita e Lisa tornano a scuola, ma la protesta anti-dad prosegue: due banchi con i loro nomi in piazza Castello a Torino

Stampa

La lotta contro la didattica a distanza per Anita e Lisa non finisce domani con il loro rientro in presenza.

Alle 8, quando le due dodicenni, studentesse della scuola media ‘Italo Calvino’ di Torino, diventate simbolo della contestazione, staranno per sedersi in aula, i loro banchi, usati in questi mesi per studiare all’aperto, verranno portati da Stefano Rogliatti, papà di Lisa, in piazza Castello davanti alla sede della Regione Piemonte, dove si sono dati appuntamento per studiare insieme i ragazzi delle superiori che fino al 18 gennaio sono in Dad.

Sui banchi ci saranno due fogli con i nomi delle due dodicenni. “La nostra protesta non finisce anche se torniamo in aula – spiega Lisa – I nostri banchi saranno la testimonianza della nostra vicinanza a chi non può ancora andare a scuola“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur