Anita e Lisa in piazza: “Nell’uovo di Pasqua vogliamo la riapertura delle scuole”

Stampa

“Noi a Pasqua non faremo sogni tranquilli”. Anita e Lisa, le studentessa torinesi simbolo della lotta contro la Dad non sono fiduciose.

Oggi doveva essere l’ultimo giorno di lezioni a distanza, che seguono in piazza, ma dopo le vacanze rientreranno in classe solo fino alla prima media.

“Non capiamo perché la nostra insegnate di matematica in prima fa lezione in presenza e con noi in Dad?”, domanda Lisa.  

“Abbiamo la stessa grinta, anzi, di più di quando abbiamo incominciato la protesta. Ci hanno fregato – aggiunge Anita – vogliamo chiedere al presidente Draghi e al presidente Cirio di far ripartire anche le seconde, le terze e i licei perché non sono diverse dalle altre classi. A scuola c’è più controllo, lo dicono anche gli scienziati”. La sorpresa di Pasqua? “Riaprire” solo quello chiediamo”, concludono Anita e Lisa

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile