“Anita B.” :un film per il Giorno della Memoria che parla della vita di chi si è salvato da Auschwitz

di Giulia Boffa
ipsef

UIL Scuola Brindisi – In attesa della "Giornata della Memoria” del 27 gennaio, "Anita B." è il film diretto da Roberto Faenza ispirato al romanzo "Quanta stella c’è nel cielo" (Garzanti editore) della poetessa-narratrice Edith Bruck di origine ungherese come l’adolescente protagonista sopravvissuta ad Auschwitz.  

UIL Scuola Brindisi – In attesa della "Giornata della Memoria” del 27 gennaio, "Anita B." è il film diretto da Roberto Faenza ispirato al romanzo "Quanta stella c’è nel cielo" (Garzanti editore) della poetessa-narratrice Edith Bruck di origine ungherese come l’adolescente protagonista sopravvissuta ad Auschwitz.  

Con il patrocinio del Comitato di Coordinamento delle Celebrazioni in Ricordo della Shoah e dell’ANP (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola) sul sito ufficiale del film www.anitab.it , il Progetto Scuole nella lettera aperta del regista ai giovani amici della Scuola:

"non parla della Shoah ma del dopo, un periodo quasi mai trattato dal cinema. Anita viene liberata e va incontro alla vita piena di gioia e di candore. Il guaio è che il mondo che la accoglie, di certe cose non vuol proprio sentire."

Un film di formazione che può insegnare che se esci dall’inferno e non ti perdi, dopo non avrai più paura di nulla.

Occasione di visione e dibattito con il regista su prenotazione di matinées, per tutti gli anni delle scuole superiori e per le terze medie da tutta Italia.

Per informazioni e prenotazioni:

Antonella Montesi – Responsabile Progetto Scuole Anita B.

349 77 67 796

[email protected]

www.jeanvigoitalia.it / www.anitab.it

Facebook JeanVigoFilm

Twitter @JeanVigofilm #AnitaB

 

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare