ANIEF – SISA insieme per le elezioni RSU di marzo 2012

di Lalla
ipsef

SISA – Il 2012 si annuncia tragico, il triplice agnello sacrificale è sempre lo stesso: scuola, sanità e pensioni verranno tagliate, sminuzzate dalle continue manovre di aggiustamento, che hanno un solo risultato: impoverire gli italiani onesti che pagano le tasse e facilitare la recessione. Tuttavia per la scuola, per i lavoratori, docenti e ATA, una possibilità c’è: il rinnovo delle rappresentanze sindacali, con liste da presentare entro i primi giorni di febbraio.

SISA – Il 2012 si annuncia tragico, il triplice agnello sacrificale è sempre lo stesso: scuola, sanità e pensioni verranno tagliate, sminuzzate dalle continue manovre di aggiustamento, che hanno un solo risultato: impoverire gli italiani onesti che pagano le tasse e facilitare la recessione. Tuttavia per la scuola, per i lavoratori, docenti e ATA, una possibilità c’è: il rinnovo delle rappresentanze sindacali, con liste da presentare entro i primi giorni di febbraio.

È una grande occasione per due ragioni, la prima è che i lavoratori possono scegliere chi, a livello di scuola, difenderà le loro ragioni di fronte ai presidi, i quali, spesso loro malgrado, sono ridotti a burocrati che eseguono ordini provenienti dall’alto, l’esatto contrario di quello che dovrebbero fare, ovvero organizzare in modo creativo il luogo che promuovere i saperi, il secondo è che si può provare, dopo dieci anni in cui rappresentativi e ammessi alle contrattazioni nazionali sono stati solo e soltanto i cinque sindacati che sempre hanno firmato e avvallato il peggioramento della situazione (CGIL, CISL, UIL, GILDA, SNALS) ad avere un nuovo sindacato rappresentativo.

È l’ANIEF, non da solo, ma in una alleanza che vede, tra gli altri, presenti noi del SISA, Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente. Il modo per diventare rappresentativi, visto che l’amministrazione impedisce di avere una lista nazionale da far votare a tutti i lavoratori da Trieste a Siracusa, che sarebbe il modo più democratico, è quello che i candidati di scuola si presentino con la lista ANIEF – SISA.

Ogni voto a questa lista non solo eleggerà agguerriti rappresentati di scuola, ma contribuirà ad avere dei rappresentati nazionali che garantiscono diritti e non impaurite firme a ogni taglio del governo di turno. Diventare rappresentativi è una grande sfida, ma dobbiamo provarci perché possiamo riuscirci e dopo neppure a scuola ci potranno negare i diritti sindacali e l’assemblea in orario di servizio.

È una grande, grandissima sfida, possiamo e dobbiamo vincerla, ma per farlo occorre che ciascuno faccia la sua parte, con slancio ed entusiasmo, candidandosi, organizzando nella propria scuola la lista ANIEF-SISA.

Se dopo il voto, fissato ai primi giorni di marzo, saremo diventati rappresentativi, ciascuno di noi potrà dire, con orgoglio, di aver contribuito ad una svolta epocale, la quale, lo assicuriamo, nonostante le nubi grigie che si addensano all’orizzonte, cambierà la scuola italiana, finalmente in meglio, partendo dai diritti e dalle ragioni imprescindibili di chi tutti i giorni, con passione ed entusiasmo varca il portone, docenti e ATA, per fare della scuola italiana un luogo capace di futuro e capace di costruirlo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione